Il Club ha organizzato nei giorni sabato 7 e domenica 8 luglio a Cortina il 15° Raduno Interclub, raduno turistico-culturale per autostoriche. L’evento molto atteso dai nostri soci,  negli anni ha raggiunto un apprezzamento molto alto sia per la cornice in cui si svolge e i bellissimi itinerari proposti sia per il livello organizzativo. La manifestazione ha fatto base nella prestigiosa cornice dell’ Hotel Miramonti Majestic volendo far conoscere ai partecipanti un territorio di grande interesse turistico e paesaggistico; è stata offerta l’opportunità di passare un intenso pomeriggio di guida (oltre 100 chilometri di percorso) sui più famosi passi dolomitici. Di particolare qualità le auto partecipanti, molte delle quali aperte, ideali vista la stagione: Porsche, Jaguar, Austin Healey, Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Ferrari, Triumph, MG. Nella giornata di sabato gli equipaggi delle 50 auto partecipanti hanno effettuato un percorso di un centinaio chilometri che prevedeva il transito su tre tra i più famosi  passi dolomitici con paesaggi mozzafiato: Falzarego, Staulanza e Cibiana. Nel mezzo una sosta ristoro a Forno di Zoldo. Giornata caldissima che ha messo a dura prova macchine e partecipanti; la sosta ristoro è stata quindi molto gradita dai partecipanti che hanno goduto  del buffet allestito dai membri e collaboratori del direttivo. La sosta è stata così un bel momento di aggregazione dove tutti hanno potuto scambiare quattro chiacchere e rilassarsi un po’ prima della ripresa del percorso. Arrivo in hotel verso le 19 e a seguire cena e serata libera. Anche la seconda giornata di domenica 8 luglio è stata caratterizzata da sole e caldo, il programma prevedeva l’arrivo e la sosta delle auto a Cortina con visita al Museo delle Regole e con la consueta passeggiata nel centro della cittadina ampezzana. A seguire pranzo all’ hotel Miramonti con i consueti omaggi di prodotti tipici e della sempre molto attesa targa ricordo della manifestazione, opera di Angelo Da Ronch. Anche quest’anno i partecipanti hanno potuto apprezzare le bellezze dei paesaggi guidando le loro auto storiche su percorsi che rimarranno nella memoria di ognuno. Al momento dei saluti sono già iniziate le prenotazioni per l’edizione 2019, con l’impegno di ritrovarsi il prossimo anno.