Dalla passione di Renzo e Christian Maso il 27/28 giugno 2020 viene organizzato, in collaborazione con il Club serenissima Storico, Club affiliato ASI e il comune di Lignano, il 1.trofeo #HotelSalus che ha animato la città per due giorni.

Per l’assessore comunale Brini rinnova il gemellaggio tra #RivieraFriulana e #terredelProsecco La Riviera friulana riscopre percorsi già intrapresi con successo, per assecondare e favorire la ripartenza e valorizzare l’attrattività del territorio. Gli operatori dell’Associazione cercano infatti di cogliere tutte le occasioni concrete per riportare l’attività della città balneare ‘a regime’. Per poter offrire agli ospiti quelle forme di intrattenimento che da sempre accompagnano la vita estiva lignanese e fornire nel tempo le occasioni di intrattenimento, di richiamo, di rafforzamento di quella che gli esterofili chiamano ‘reputation’, e che è, in realtà, la stima assieme alle aspettative che i visitatori e i potenziali esploratori ripongono nell’area rivierasca e nelle sue grandi spiagge e realtà. Christian Maso, assieme a suo padre Renzo, rispettivamente conduttore e ideatore dell’Hotel Salus di Lignano Sabbiadoro, da sempre appassionati del mondo dei motori, oltre che della città balneare e della ‘vita lignanese’, ha organizzato con successo , con la collaborazione del Club Serenissima storico di Conegliano, Club affiliato ASI, in pochi giorni il primo raduno di auto d’epoca del dopo ‘lockdown’, nella Riviera friulana.

Questo è stato anche il primo raduno motoristico del 2020 nelle realtà balneari e rivierasche del Friuli Venezia Giulia. L’iniziativa, è stata l’occasione per rilanciare anche il gemellaggio tra la Riviera Friulana e le terre del Prosecco e del Coneglianese, già attivato ai tempi della presentazione del libro La Riviera Friulana all’allora Ministro all’Agricoltura, Luca Zaia. Morandini ha donato al presidente del Club Serenissima Storico auto – moto di Conegliano, Paolo Picco, il cappellino dell’Auto moto raduno rivierasco e la maglietta.

Alla buona riuscita del 1. Trofeo Hotel Salus, ha collaborato un gruppo di amici della famiglia Maso con la collaborazione del Comune di Lignano Sabbiadoro, della Lignano Pineta Spa, e ha avuto per protagonista il Club Serenissima Storico auto-moto di Conegliano, che come ha evidenziato alle premiazioni il presidente, Paolo Picco, peraltro quinto classificato nella prova di regolarità svoltasi nel piazzale del Luna Park di viale Europa e vinta da Amedeo Cicuttini, conta attualmente 1500 soci. Si tratta di un sodalizio che raccoglie l’essenza del motorismo e della voglia rombante del mondo coneglianese, che ha dato i natali a diversi piloti, da rally e da pista e che, fino alla modifica delle norme per l’iscrizione al registro delle auto d’epoca operata dal Governo, alcuni anni fa, contava oltre 2200

I partecipanti all’evento lignanese, che ha dunque segnato la ripartenza per il motorismo nella località turistica e che attende per settembre il ritorno della Byker’s Fest, sono stati una quarantina: si erano ritrovati la sera nel parcheggio di piazzale Rosa dei venti, a Pineta. Facendo luccicare gli occhi dei fans delle quattro ruote grandi e piccini, con la Ferrari Dino, la Fiat 2300, le Giulietta Coupé, Porsche, Alfa Romeo Duetto, Mercedes 180 SL, Fiat Ritmo Cabrio, Haustin Haley, e molte altre. Dopo avere sfilato per il centro di Pineta e Sabbiadoro, le auto sono state esposte in via Tirolo, dove si trova l’Hotel Salus. All’interno del quale, all’indomani, si sono svolte le premiazioni assieme al pranzo di gala, presente tra gli altri l’assessore al Turismo di Lignano, Massimo Brini, il quale ha colto l’occasione per evidenziare la disponibilità del Comune balneare, anche attraverso le associazioni del territorio come la Riviera Friulana, ad attivare sinergie con realtà ad alta attrattività e vocazione turistica, culturale, enogastronomica e agroalimentare. Ovvero, nelle quali la cultura del territorio viene trasmessa e tramandata attraverso le attività della sua comunità, come accade nel coneglianese. Il pranzo di gala, ha messo alla prova con successo il nuovo chef dell’Hotel, il quale ha realizzato un menù a base di prodotti del territorio rivierasco: dai frutti di mare gratinati, capesante, cappelunghe, fasolari, al polipo, al risotto con i canestrelli, agli spaghettini con le vongole veraci, alla piramide di branzino con avocado e salsa di frutto della passione. Per finire con la torta della casa dedicata all’evento.

Lignano riparte anche attraverso le manifestazioni di richiamo per il pubblico, che se si tratta di auto è fatto di appassionati e non. Il 1.Trofeo hotel Salus, voluto da Renzo e Christian Maso, da sempre appassionati di motori, ha attirato a Lignano, tra piazzale Rosa dei venti a Pineta messo a disposizione da Giorgio Ardito, e il piazzale del Luna Park, messo a disposizione poco prima dell’allestimento del parco dei divertimenti, con la collaborazione del Comune, una quarantina di auto d’epoca del Club Serenissima Storico di Conegliano. Un sodalizio, presieduto dal Presidente Paolo Picco, che prima dei cambiamenti delle norme sulle auto d’epoca contava oltre 2200 iscritti, ma che comunque ora è sostenuto da ‘soltanto’ 1500 soci. Il richiamo dell’evento, che come ha detto l’assessore al Turismo Massimo Brini, è stato notevole tra i turisti anche perché il primo dopo la riapertura, ma anche il ritorno tra i tanti appassionati del Veneto che già conoscono la città balneare friulana fanno sperare che la manifestazione sia la prima di una lunga serie e segni il ritorno delle auto d’epoca e storiche a Lignano. Qualche anno fa animata, sempre in primavera, da due edizioni dell’Auto moto raduno della Riviera Friulana, organizzato dall’associazione omonima. Anche il pranzo di gala, all’Hotel Salus 4s, è stata occasione per promuovere la realtà rivierasca, con i prodotti del retroterra lignanese.

Ida Donati